lunedì 21 dicembre 2015

Ultimi ritocchi, conclusioni e ringraziamenti!

La parte interna del cabinato era un casino totale! Ho quindi riordinato tutto, fissando alla struttura interna tutti gli elementi e raggruppando i cavi.

Un po' di ordine
Ho infine ritoccato i punti dove il colore era saltato via durante i lavori, lucidato bene il vetro rimesso in squadra lo schermo e la plancia, che erano leggermente storti.

Il cabinato è finito, in tempo per le feste di Natale!

Finito!

E adesso le mie conclusioni!
L'obiettivo iniziale era certamente quello di rendere felice mio figlio, mostrandogli che le cose si possono anche costruire davvero, non semplicemente installare su un PC con pochi clic.
L'obiettivo è stato raggiunto!
Durante il processo io stesso ho imparato molto: ho lavorato il legno MDF, verniciato con rulli, pennelli e spry su varie superfici, segato, limato, forato metalli e legni, inventato soluzioni e girato in lungo e largo i vari Brico alla ricerca di materiali e idee. Queste sono state per me le cose più difficili, essendo io un lavoratore "di concetto" e per nulla artigiano.
Io sono un programmatore, quindi la parte software mi è pesata relativamente ma ho comunque dovuto litigare con il sistema operativo (vedi i problemi con il driver Linux dell'encoder), lo scraper capriccioso di EmulationStation e selezionare le 2200 ROM del romset 37b5 del MAME per levare doppioni, titoli orrendi o non adatti ad un bambino per arrivare a circa 250 finali e molto altro.
Sono piuttosto soddisfatto del risultato, dato che tutti quelli che lo vedono e lo provano ne restano colpiti, ma soprattutto contento di essere riuscito a realizzarlo davvero!

Infine i ringraziamenti!
Ringrazio mio figlio Gabriele per l'entusiasmo che mi ha sempre trasmesso: non ha mai smesso di chiedermi di giocarci anche quando il cabinato era ancora solo uno schermo e una plancia in giro sul tavolo ;-)
Non ringrazierò mai abbastanza Eros Mazza per il supporto e la pazienza che ha sempre avuto con me, grazie davvero!
Ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato in qualche modo, come mia moglie mentre applicava le grafiche con me o sopportava la presenza di questo catafalco sventrato in giro per casa, o mio suocero per tutta l'attrezzatura che mi ha prestato.
Infine ringrazio tutti quelli che hanno letto queste pagine, spero vi siate divertiti a leggere questa cronaca sgrammaticata e semiseria!
Arcade per sempre!

1 commento: